Condividi: Di Marco Vichi
Marco Vichi

Marco Vichi nasce a Firenze nel 1957.
Nel marzo 1999 esordisce con il romanzo L’inquilino (Guanda). Pubblica successivamente per lo stesso editore Donne donne (2000), Il commissario Bordelli (2002), Una brutta faccenda. Un’indagine del commissario Bordelli (2003), Il nuovo venuto. Una nuova indagine del commissario Bordelli (2004), Perché dollari? (2005), Il Brigante (2006). Seguono Firenze nera (con Emiliano Gucci, Aliberti, 2006), Nero di luna (Guanda, 2007), Bloody Mary (con Leonardo Gori, 2008), Per nessun motivo (Rizzoli, 2008), Buio d’amore (Barbès, 2008), Morte a Firenze (Guanda, 2009), il quarto romanzo del commissario Bordelli, Noi, soli. Oberto e Maria (Mauro Pagliai, 2010), Pellegrinaggio in città (Mauro Pagliai, 2010).
Ha curato per Guanda le antologie Città in nero (2006) e Delitti in provincia (2007). I suoi libri sono tradotti in greco, portoghese, spagnolo e tedesco. Dal 2003 tiene laboratori di scrittura in varie città italiane e presso il corso di laurea in Media e Giornalismo dell’Università di Firenze. Collabora alla stesura di sceneggiature, scrive su quotidiani e riviste nazionali.
Pellegrinaggio in città
Uno scrittore racconta il...
Noi, soli. Oberto e Maria
Due monologhi
a cura di Marco Vichi
Arancione -one -one
Racconti fantastici